La cannella (o cinnamomo) è un albero sempreverde originario dello Sri Lanka, dal quale si ricava l'omonima spezia diffusa sia in Europa che in Asia ed il suo aroma, secco e pungente, ricorda quello dei chiodi di garofano con una nota pepata.

A differenza di altre spezie, la cannella non si ricava dal seme o dal frutto della pianta ma dal fusto e dai ramoscelli che hanno il classico apetto di "pergamena arrotolata". Inoltre,  con una procedura di marinatura distillazione della corteccia in acqua marina, è possibile ottenere un olio essenziale il cui utilizzo è per lo più a scopo medicamentosto piuttosto che culinario.

In gastronomia, la cannella viene utilizzata da diversi secoli sia per la preparazione di dolci come torte, smoothies, caramelle o biscotti, sia come accompagnamento a piatti salati a base di carne, pesce, riso, verdure o zuppe.

Durante la stagione fredda, la cannella è una delle spezie più utilizzate, assieme allo zenzero, il binomio mele e cannella è forse il più noto ed il suo profumo è caldo e accogliente.

Oltre alle torte esistono semplici modalità per utilizzare questa meravigliosa spezia nell'alimentazione quotidiana, può infatti essere aggiunta:

  • alla vostra bevanda calda (latte, tisana, caffe oppure tè)
  • nella preparazione di frullati o smoothies
  • allo yogurt
  • ai cereali della prima colazione
  • nell'impasto del pane dolce, dei pancakes e dei biscotti.

Ti è venuta voglia di provarla in un accostamento insolito e piacevole? Nel nostro ristorante la potrai trovare nel piatto "Ricciola in Marocco": ricciola cotta a bassa temperatura servita con finocchi crudi e cotti, cannella e limone

La cannella capace di procurare amici, la cannella bruna e calda quanto la pelle, per aiutarti a trovare qualcuno che ti prenda per mano, che corra ridendo con te: e per tutti gli altri, quelli dagli occhi duri come pietre, la cannella distruttrice dei nemici per darti forza, forza alle gambe e alle braccia, ma sopratutto alla bocca perchè tu un giorno sappia gridare: NO, abbastanza forte da riuscire a fermarli, inermi e sbigottiti
Dal libro della scrittrice indiana Chitra Banerejee Divakaruni, La Maga delle Spezie.


Benefici di questa spezia

La cannella contiene manganese, ferro, calcio e fibre: la sua proprietà più nota è la capacità di controllare i livelli di zucchero nel sangue utile per ridurre il rischio di diabete. Ha anche proprietà afrodisiache e viene utilizzata come rimedio naturale contro raffreddore, dolori mestruali e fame nervosa

Vediamo insieme quali sono leprincipali virtù di questa spezia.

  • Migliora la digestione e aiuta il controllo del peso: come riportato anche dalla rivista britannica Nature, tramite la stimolazione di un enzima digestivo (la tripsina) e l'aumento della produzione dei succhi gastrici, la cannella aiuta a digerire meglio i cibi e le bevande.
  • Aiuta a regolare il ciclo mestruale, un recente studio suggerisce che la cannella possa aiutare a regolare il ciclo delle donne che soffrono di sindrome dell'ovaio policistico.
  • Tiene alla larga i batteri, la medicina Ayurvedica da sempre utilizza la canella per le sue proprietà antifungine e per la sua abilità nel prevenire la crescita di batteri, funghi e Candida.  Se aggiunta ad altri alimenti ne favorisce la conservazione.
  • Facendo uso di cannella durante i pasti, circa 2 grammi, rallenta la velocità di svuotamento gastrico e riduce l'aumento di glucosio nel sangue dopo aver mangiato.

Controindicazioni della cannella

Tuttavia è bene ricordare che, come per qualsiasi alimento, un abuso può avere effetti nocivi per il nostro organismo, la cumarina infatti,un composto aromatico presente in quetsa spezia, se assunta in grandi quantità potrebbe portare disfunzioni a fegato e reni.

Inoltre, per le donne in gravidanza o in periodo di allattamento, in caso di ulcere, per persone che soffrono di disfunzioni cardiache e per chi sta assumento antibiotici, l'uso della cannella è sconsigliato.